Pagina ottimizzata per visualizzazione su smartphone | Page optimized for smartphone viewing


SUE PARK - Sounds of Silence 

a cura di Lorenzo Uccellini

23 Dicembre 2022 - 04 Giugno 2023

Palazzo del Duca 
Senigallia AN

————
presentazione:
venerdì 23 dicembre ore 18.00 presso sala conferenze del Palazzetto Baviera.

Info e prenotazioni

www.comune.senigallia.an.it

www.feelsenigallia.it

T. 3666797942

circuitomuseale@comune.senigallia.an.it

Biglietteria elettronica www.ciaoticket.it

Orari

Dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 20

Lunedì, martedì e mercoledì chiuso

Catalogo in mostra

Biglietti


La mostra, organizzata dal Comune di Senigallia e curata da Lorenzo Uccellini, è stata realizzata con il patrocinio della

Fondazione Dott. Leopoldo Uccellini e il sostegno della Regione Marche nell'ambito del progetto Senigallia Città della Fotografia.

La mostra, che include circa cento fotografie a colori e in bianco e nero tratte dai due libri di Park (entrambi vincitrici del prestigioso International Photo Awards) "Sue Park Photography" e "Monivision",  è un vero e proprio giro del mondo orizzontale, da est a ovest in cui racconta con una immediatezza quasi fanciullesca e senza pretesa di re-interpretazione, la bellezza che ha vissuto e fotografato.


QUI comunicato integrale a cura di: 

Maria Chiara Salvanelli | Press Office & Communication

Maria Chiara Salvanelli | mariachiara@salvanelli.it | +39 333 4580190




Nota del curatore 

Sue Park l’ho conosciuta personalmente nell‘ottobre 2019 quando curai la mostra fotografica internazionale “Landscapes. East meets West” presso la Shatto Gallery di Los Angeles di cui Sue è proprietaria e Art Director. Una esperienza straordinaria che al di là dell’aspetto lavorativo mi ha offerto un quadro umano di questa eccellente fotografa e gentile Signora che nelle sue foto trasferisce egregiamente la delicatezza, raffinatezza e accuratezza che la distinguono come persona , innamorata dello status di fotografa appassionata piuttosto che professionista, sebbene non le mancherebbero certo le qualità tecniche e artistiche per dichiararsi tale.

In veste di presidente della Fondazione Dott. Leopoldo Uccellini sono veramente lusingato di aver colto l’attenzione delle autorità del Comune di Senigallia con questo progetto espositivo che da un lato consolida la collaborazione già in essere con il nostro Festival Organistico Internazionale - arrivato alla XXI^ edizione - e, d’altro canto, avvia un percorso verso le arti visive che mi auspico possa godere di pari fortuna.

Per quanto alla curatela il mio ruolo è estremamente agevolato dal linguaggio assolutamente elementare con cui Sue si approccia alla fotografia, e parimenti si offre allo spettatore; non occorrono chiavi di lettura, è già tutto lì, dentro i confini della cornice.

Park si definisce una ricercatrice di bellezza e la Natura, nelle più svariate manifestazioni, rappresenta la sua mappa del tesoro. 

Di consueto, al cospetto di fotografie naturalistiche, succede di distrarsi dal lavoro dell’autore venendo travolti dalla bellezza intrinseca di paesaggi straordinari i quali, tuttavia, sono chiaramente in debito con il fotografo che, pazientemente, attende il momento in cui luce, forma e composizione esaltano la visione. E quando ciò avviene senza ricorso a sovrastrutture stilistiche, tecniche o concettuali, che in un certo modo mistifichino l’immediatezza di uno sguardo incontaminato, si supera la “barriera” della contemplazione divenendo simpaticamente partecipi, quasi si fosse in un angolino fuori del campo visivo della fotocamera, in silenziosa attesa del magico click.

Che siano paesaggi sconfinati o dettagli fissati dall’occhio innamorato, la fotografa coreana-statunitense registra emanazioni naturali che narrano le storie eterne degli alberi, i suoni silenziosi delle creature viventi che popolano gli scenari, il respiro calmo che indulge fino a divenire assorta meditazione. E a noi pare di ascoltarli quei silenzi e quelle antiche storie, attraverso quello sguardo disteso, schietto e immersivo di cui dicevo poco sopra e che Sue invoca disvelando, senza desiderio di interpretazione, la bellezza di un viaggio orizzontale da est a ovest, circolare tra vissuto personale e memoria collettiva, individuo e archetipo e poi ancora da un fuori a un dentro, occhio e Spirito; forma e sostanza del racconto fotografico presentato in questo catalogo creato ad hoc per la mostra al Palazzo del Duca di Senigallia, sintesi dei volumi “Sue Park Photography” (2019) e “Monovision”(2021), entrambi vincitori del prestigioso International Photo Awards di New York City>>.

Lorenzo Uccellini/ Senigallia, dicembre 2022







Sue's Note

“I love to see the world through my camera’s lens.

When I go to a new place, I am an explorer, searching for the things that attract my eyes.

Sometimes landscapes excite me or a little pattern in an object becomes a treasure to me.  

I sigh in front of the beauty impossible to expresssolely with words.

This world is surely full of beauties;


Things which exclaim awaken from the darkness;

Stories of the ancient times ring from the eternal tree;

Joyful songs of living things flutter amongst the sunlight…

 

I am thrilled to capture these unique moments with my camera, moments that will never be repeated again. It is my privilege to be present in these encounters.

My photos are born from memories of the past and also carry my passion for the present. Increasingly, they also show my future dreams and fantasies.

 

The act of releasing the shutter is so quick and fades away, becoming a part of past, and yet themoment recorded eternally.

 

When I look at the photos later, I recollect eachmoment in time.  

 

People I encountered, landscapes, wind, light and even the smell of the breeze….

 

It is a marvelous thing that all the memories remain there intact.

My mission is to capture unique beauty and make it eternal.”

Sue Park

 

Time is what counts to me. 

Everything is impermanent

Nothing exists forever,  everything changes from second to second.

Henri Cartier-Bresson

 


prev next
play


 

SUE PARK "Sounds of Silence" è stata realizzata con il Patrocinio e il sostegno della Fondazione Dott. Leopoldo Uccellini

 

Dona 10 euro e ricevi il catalogo della mostra.

Dona 30 euro e ricevi il volume fotografico "Monovision" vincitore del IPA 2021 

Oltre 7.000 euro raccolti  a favore dei bambini disagiati e grazie alle opere donate dagli artisti che orbitano intorno al BID.
Continuate ad aiutare i bimbi ricoverati nei reparti dell’ospedale Salesi di Ancona.
Ci sono tante belle opere da acquistare on line!!!! Dateci un’occhiata!!



Dalla parte GIUSTA

Privacy Policy